Un portafoglio pieno di… Grazie!

Poco fa mi è capitato di parlare con un amico, incontrato per strada: mi sembrava molto abbattuto e allo stesso tempo infastidito.

Quando gli ho chiesto se ci fosse qualcosa di storto, mi ha risposto:

Sono stato in coda un’ora per consegnare dei fogli ad un ufficio e ne ho consegnati alcuni anche per amici che non avevano voglia di fare lo stesso. Avrei potuto rifiutare o chiedere qualcosa in cambio, ma non ci sono riuscito.

Ora ho solo un portafoglio pieno di grazie.”

Con quest’ultima espressione è riuscito a riassumere più di quanto mi avesse detto precedentemente: la metafora richiama i soldi, simbolo che si aspettava una ricompensa concreta per il piacere che aveva fatto, mentre l’unica cosa che aveva ricevuto erano dei “grazie” e quelli, si sa, in un portafoglio non hanno molta utilità!

Questo spiega quindi il suo disappunto e il celato rimprovero verso se stesso, incapace di farsi valere in certe situazioni.

Una metafora spontanea, nata dalla rabbia, ma che ha avuto molto effetto e che non escludo di utilizzare in caso mi capitassero situazioni simili!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *