Outplacement: come maturare una nuova identità professionale

Con Outplacement si intende il processo di ricollocamento che accompagna i lavoratori in uscita da un’azienda, all’interno della quale hanno solitamente lavorato anni, verso nuove organizzazioni. Solitamente questo momento in cui le persone tornano ad essere risorse nel Mercato del lavoro è sostenuto da specialisti (consulenti o psicologi) che supportano e direzionano la persona. Si tratta spesso di adulti con alle spalle un’esperienza lavorativa ampia e non abituate nè al precariato, così come lo stanno diventando i giovani di oggi, né tanto meno a pensarsi al di fuori del posto fisso, ormai mito di altri tempi.


Un primo passo fondamentale quindi per avviare questo processo è riuscire a far maturare una nuova identità alla persona. Ci vuole del tempo affinché la persona possa pensarsi come un disoccupato in cerca di lavoro, anche per la difficoltà emotiva che comporta, ma è necessario che riesca affinché possa avere la serenità e la motivazione necessaria alla caccia (a volte anche abbastanza lunga) di un nuovo impiego.

La metafora maturare rende bene l’idea del processo lento, ma che alla fine darà i suoi risultati. Così come per la maturazione di un frutto servono molti fattori favorevoli (clima, terreno,…) serve anche pazienza e cura: la stessa necessaria ad accompagnare l’adulto in questo cambiamento che inizialmente può destabilizzare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *