Minoranza a bocca asciutta: il Governo incassa la fiducia

Il tema del giorno è senza dubbio la fiducia che oggi il Governo ha ottenuto grazie ai 316 voti. Le metafore che sono state utilizzate dai media e che si possono utilizzare sono davvero molte: di seguito farò un breve riassunto di quanto successo, sottolineando le metafore della cronaca.

Dopo l’incidente che aveva fatto traballare il Governo tre giorni fa (la bocciatura del bilancio) oggi colpo di scena che riconferma una fiducia ormai data per smarrita. Si è parlato infatti di una maggioranza zoppa e al capolinea, ma evidentemente le condizioni di quest’ultima non erano così cagionevoli come sembravano o, meglio, come qualcuno sperava fossero.

Nel primo pomeriggio infatti i 316 voti hanno confermato, per la 53esima volta, fiducia al Premier e al suo Governo. Il PD è costretto a rimangiarsi le parole dopo che aveva preannunciato un Governo che sarebbe morto di fiducia.

Da parte sua il Premier sembra essere tranquillo e per ora non ha mai fatto un passo indietro nonostante ultimamente la sorte della sua maggioranza non sia tra le più felici. Il tramonto della legislatura si è sfiorato già più di una volta e la minaccia del voto anticipato è sempre in agguato.

In poche righe ecco riassunto un piccolo stralcio della politica oggi, ma da domani un’altra pagina verrà scritta e chissà cos’altro ci aspetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *