Metafore stradali

Quando si parla di scelte di professione, di famiglia, di studi o comunque di aspetti importanti della propria vita, si utilizzano spesso metafore stradali. Si parla di via, di tragitto, di cammino per rappresentare le scelte fatte dalla persona che solitamente hanno una durata prolungata nel tempo. Ad esempio:

 

Tornare sui propri passi/ Riprendere il proprio cammino

E’ un’espressione utilizzata per indicare che qualcuno è tornato alla condizione precedente al cambiamento, solitamente per impossibilità di proseguire o per delusioni subite che hanno scoraggiato la continuazione.

 

Seguire la via maestra

Si dice quando la persona sceglie la strada principale, la più sicura quindi, evitando di perdersi in vie secondarie che potrebbero distogliere dalla meta.

 

Trovare il proprio cammino

Chi trova il proprio cammino ha generalmente trovato un lavoro, un’attività, oppure una fede dopo aver cercato a lungo e sperimentato altre condizioni che si sono rivelate insoddisfacenti.

 

Trovarsi di fronte a un bivio

Si trova di fronte a un bivio chi a un certo punto è obbligato a scegliere tra possibilità (in metafora le strade) molto diverse, tanto che i percorsi sono indipendenti e il viaggio che segue si prospetta completamente differente. Solitamente si usa quest’espressione quando la persona percepisce la scelta come difficile.

 

Scegliere una meta/ Cambiare meta

La meta diventa in metafora un obiettivo, un traguardo da raggiungere. Una persona può scegliere una meta da raggiungere oppure può decidere di sostituire quella che si era prefissata per via di ostacoli imprevisti lungo il percorso.

 

Intraprendere un percorso di studi

La metafora della strada si ritrova anche nelle scelte di studi, sia di scuola media superiore che universitari (non ci si riferisce alle scuole dell’obbligo, perché in queste non è prevista la scelta): intraprendere un percorso di studi significa iniziare un corso dalla durata di diversi anni che impegnerà la persona e ne occuperà gran parte della giornata. In questo senso si parla di percorso proprio per la strutturazione che comporta nella vita della persona e per le conseguenze in termini di sbocchi finali (la fine del percorso appunto).

Una risposta a “Metafore stradali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *