La nostra testa: un contenitore particolare

Quando ci riferiamo alla testa usiamo spesso verbi o aggettivi che la trattano come fosse un contenitore o una scatola in cui riponiamo idee e pensieri. Tanto è vero che quando questi sono troppi si dice di avere la testa piena!

Vediamo ora alcuni modi di dire che utilizzano metafore di questo tipo:

 

Avere la testa affollata di pensieri

Quando stiamo vivendo situazioni problematiche sono molti gli aspetti che dobbiamo considerare e ci sembra che la testa sia completamente occupata da questi pensieri. La metafora “affollata” sottolinea l’accezione negativa: non si riesce a ragionare bene se ci sono tutti quei pensieri.

Avere le idee alla rinfusa nella testa/ Avere il caos nella testa

Si utilizza questa espressione quando siamo in stato confusionario e per rendere questa situazione usiamo l’immagine di idee che come oggetti sono sparsi per quel contenitore che è la nostra testa. Senza un minimo di ordine è difficile riuscire ad arrivare a qualche conclusione sensata ed è necessario sistemare il tutto.

Archiviare i pensieri

A volte ci sono dei pensieri che ci tormentano e sembrano non voler abbandonare la nostra mente: in questo caso si può desiderare di archiviare i pensieri così come si fa con dei vecchi documenti che non ci servono più, lasciando spazio ai nuovi.

Lasciare spazio ai nuovi pensieri

Considerando la testa come un contenitore, arrivati ad un certo punto colmeremo la capienza e ci sembrerà che ciò a cui pensiamo non lasci spazio a qualcosa di nuovo. In questo caso la soluzione sembra proprio quella di eliminare degli oggetti che occupano la mente per fare spazio ad altri che altrimenti non ci starebbero.


One Reply to “La nostra testa: un contenitore particolare”

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *