Il tempo: meglio farselo regalare che rubarlo

Quando chiediamo un’informazione o un piacere a una persona, siamo in una posizione subordinata nei suoi confronti e dipendiamo temporaneamente dalla sua bontà d’animo.

I modi con cui possiamo chiedergli la disponibilità sono diversi e generalmente si utilizzano:

–        Posso rubarti un minuto?

–        Puoi concedermi un minuto?

In entrambi i casi con queste richieste si aumenta la nostra posizione di subordinazione e si permette all’altro di rifiutare la nostra richiesta. Nessuno è felice di farsi rubare qualcosa e d’altra parte anche il verbo concedere sottintende che l’altra persona ci sta accordando qualcosa quando potrebbe fare a meno.

Per aumentare la possibilità di ottenere ciò di cui abbiamo bisogno, consiglio di utilizzare una metafora positiva come “regalare” piuttosto che quella di “rubare”.

Se chiediamo al nostro interlocutore:

–        Puoi regalarmi un minuto?

Le possibilità che l’altra persona rifiuti sono decisamente minori poiché regalare ha sempre un’accezione positiva ed è molto più dura decidere di rifiutare di fare un regalo, che poi le costa poco, piuttosto che rifiutarsi di farsi rubare qualcosa.

E’ una piccola modifica in termini di formulazione della richiesta che però può avere anche degli effetti decisivi sull’esito.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *